Monumenti in Romagna



Basilica di San Vitale a Ravenna

Monumenti e chiese da visitare in Romagna

Il trascorso storico della terra di Romagna è quanto mai ricco e articolato, fin dai tempi più remoti le città di questa splendida Regione sono state teatro di importanti eventi, hanno raccontato l’epopea di dinastie nobiliari e vi sono state scritte fondamentali pagine della storia d’Italia. Tutto ciò ha reso il bagaglio culturale romagnolo quanto mai interessante ed ha lasciato su tutto il territorio segni tangibili delle varie epoche; i numerosi monumenti in Romagna sono un’attrazione culturale e turistica apprezzata da milioni di visitatori che ogni anno visitano la Regione. Scopriamo assieme quali sono i monumenti romagnoli di maggiore interesse e perché vale la pena visitarli.

Le principali città romagnole possono vantare una storia lunga anche oltre duemila anni, questi centri abitati anno attraversato epoche nelle quali si sono alternati grandi fasti a periodi bui. Ravenna è probabilmente la città romagnola nella quale sono più evidenti i segni dell’avvicendamento avvenuto tra le antiche dominazioni che hanno combattuto, prosperato per poi decadere e per poi cedere il passo al dominatore successivo. Ravenna è stata la capitale dell’Impero Romano d’Occidente e questo motiva lo sfarzo di tanti monumenti giunti pressoché intatti ai giorni nostri. Ogni dominazione inoltre ha aggiunto tasselli diversi al bagaglio culturale e monumentale romagnolo e questo lo si può riscontro nella varietà e nella ricchezza architettonica di monumenti quali la Basilica di Sant’Apollinare, il Mausoleo di Teodorico o l’antichissimo Mausoleo di Galla Placida, quest’ultimo risalente addirittura alla prima metà del IV secolo. Uno dei monumenti ravennati più apprezzati e visitati in assoluto è la tomba del Sommo Poeta Dante Alighieri presso l’austera e suggestiva Basilica di San Francesco nel cuore di Ravenna.

Ponte Tiberio a Rimini

Nonostante sia universalmente considerata una capitale della mondanità e del turismo estivo, Rimini custodisce monumenti di grande valore storico e culturale. La città affacciata sulla riviera romagnola offre ai suoi visitatori un centro storico di grande pregio e con monumenti risalenti alle più disparate epoche; ad esempio il celebre Ponte di Tiberio è uno dei più antichi ponti in pietra costruiti in Italia e risale all’epoca della fondazione della città da parte dei romani. Numerosi reperti archeologici possono essere ammirati nella grande area della Domus del Chirurgo, una casa romana patrizia nella quale sono stati rinvenuti mosaici e affreschi di grande pregio e immenso valore architettonico. Altro importante periodo di arricchimento per la città di Rimini è quello della dominazione dei Malatesta le cui tracce sono riscontrabili nell’imponente Castello di Sismondo o nel fascino rinascimentale del Tempio malatestiano. Ovviamente non può mancare una visita all’Arco di Augusto, antica porta monumentale e simbolo della città.

Altra splendida città romagnola da visitare per il grande valore artistico e monumentale è Forlì; il centro abitato è infatti particolarmente ricco di chiese e basiliche risalenti a varie epoche storiche e con stili che spaziano dal gotico al neoclassico, come la Chiesa del Carmine, la Cattedrale di Santa Croce o la Chiesa di San Martino in strada. Di grande bellezza anche i tanti palazzi nobiliari, alcuni dei quali ospitano adesso sedi di enti pubblici e sedi di autorità comunali, come il sontuoso Palazzo delle Poste, il Palazzo del Monte di Pietà o lo splendido Palazzo Comunale. Tra i monumenti di Forlì più antichi e imponenti vanno ricordati la Porta Schiavona o la turrita Rocca di Ravaldino, nota anche come Rocca di Caterina Sforza.

Rating: 5.0/5. From 1 vote.
Please wait...

Lascia un commento